cerca

[RECUPERO] Villa dei Vescovi sui Colli Euganei (Cicloescursione)

Proposto da: FIAB Verona Amici della Bicicletta Onlus

Recupero dell’uscita già programmata più volte e sempre rinviata per avverse condizioni meteo, indisponibilità dei treni o per questioni di salute pubblica (COVID). Ci riproviamo, convinti che questa sarà la volta buona.

Dopo aver ammirato, nel 2019, gli affreschi del nostro Giovanni Maria Falconetto a Verona e a Mantova ora ci spostiamo a Padova e a Torreglia nei Colli Euganei dove l’artista si è dedicato soprattutto all’architettura.

Dunque dopo essere giunti a Padova con il treno e dopo essere usciti dalla città, non prima d’aver avuto modo di vedere Porta Savonarola e Porta San Giovanni, ambedue principali porte di acceso alla città su disegno del Falconetto, ci avvieremo verso i Colli lungo la ciclabile del canale Battaglia fino ad arrivare a Monselice per poi dirigerci verso Arquà Petrarca, “dove il tempo si è fermato “come disse il Petrarca. Qui faremo sosta per passeggiare nel piccolo borgo ed eventualmente visitare la casa del Petrarca, faremo anche pausa pranzo che sarà libero (ci sono dei piccoli ristoranti, bar, gelateria e un panificio).

Dopo la pausa ripartiremo alla volta di Torreglia passando da Valsanzibio dove avremo modo di vedere, dall’esterno, Villa Barbarigo, chiamata anche la piccola Versailles per il suo immenso parco e con lo spettacolare ingresso acqueo con portale di Diana. Proseguiremo, scollinando un po’, per la meta della gita: Luvigliano di Torreglia, dove potremo ammirare Villa dei Vescovi: una villa d’ozio di inizio cinquecento edificata per il soggiorno estivo dei vescovi padovani, opera oltre al Falconetto anche di Giulio Romano.

Ritorneremo a Padova con un giro ad anello passando da Praglia e costeggiando il Bacchiglione fino ad entrare in Prato della Valle. Qui vicino, sempre del Falconetto, c’è un primo esempio di complesso multimediale testimonianza del Rinascimento padovano commissionato da uno dei maggiori mecenati del ‘500: Loggia e Odeo di Alvise Cornaro.

Per raggiungere la stazione passeremo da Piazza dei Signori dove avremo modo di vedere, La Torre dell’Orologio: opera mirabile coperta di piombo, si erge tra il Palazzo del Capitano e il Palazzo dei Camerlenghi. La Torre sorse nella prima metà del XIV secolo come porta orientale della Reggia Carrarese. Nel 1428 venne sopraelevata ed adornata in stile gotico e dotata del celebre orologio astronomico (opera del nobile Dondio), nel 1531 venne aggiunto il grande arco trionfale alla base su progetto di G. M. Falconetto.


INFORMAZIONI IMPORTANTI PER LE CICLOESCURSIONI

Le attività associative sono limitate esclusivamente ai soci in ordine con il tesseramento 2021, e seguendo quanto indicato dal D.L. 22.04.2021 n. 52 sono soggette a uno specifico protocollo dedicato alle modalità di partecipazione comprendente la necessità di una autocertificazione da presentare compilata alla partenza dell’escursione. Si raccomanda ai partecipanti di iscriversi con dovuto anticipo, in sede o contattando direttamente gli accompagnatori.

 
Ritrovo: sabato 12 Giugno 2021, ore 07:00
Presso: Stazione di Verona Porta Nuova
Distanza: km. 80 circa
Conclusione: ore 20:00
Costi: € 21.00 (18.40 Treno VR - PD A/R + 2.00 Assicurazione)
Partecipazione:
Soci FIAB
Evento a cura di: Giancarla Tagliapietra (348.0120897 | taglia.gianki@libero.it) e Zoe Bressan
Iscrizioni: Sede, entro mercoledì 9 Giugno 2021
Gita (1g) Da 60 a 80 km Medio Solo per soci FIAB