cerca
Dove
Vicenza
Contatti

Lago di Fimon, colli Berici e dintorni

Proposto da: FIAB Vicenza - Tuttinbici

In collaborazione con FIAB Mirano, Elena ed Ezio ci accompagnano e faranno conoscere ai "foresti" la zona palustre e il circondario berico collinare.

Home

LAGO DI FIMON, COLLI BERICI E DINTORNI, CHE EMOZIONE – 19 GIUGNO 2021

FIAB VICENZA e FIAB MIRANO-RIVIERA DEL BRENTA

 

Giornate Nazionali del Cicloturismo
Il percorso, ad anello, nelle colline attorno al Lago di Fimon.
Un percorso sicuro, ideale non soltanto per i ciclisti esperti ma anche per i semplici appassionati con insolito e ricco brunch. Salita ai colli Berici da Longara direzione Villabalzana.

Il lago di Fimon è uno specchio d’acqua di modeste dimensioni (0,68 km2) e poco profondo (in media 2 m) che si trova in comune di Arcugnano (provincia di Vicenza), tra le frazioni di Pianezze e Lapio. È l’unico lago di dimensioni significative dell’intera provincia. I dintorni del lago sono anche un sito archeologico, la cui importanza fu riconosciuta già nel XIX secolo dal naturalista vicentino Paolo Lioy. (fonte tuttoberici.it – magicoveneto.it)
Il lago di Fimon è un “residuo glaciale” quaternario racchiuso nella “Valle di Fimon” il cui unico sbocco sulla pianura è solamente nel breve tratto di congiunzione tra Santa Croce Bigolina e Lòngara, dove i depositi alluvionali hanno livellato il fondo della valletta alla grande pianura padana. La valle è sempre stata paludosa, ma già dall’età del bronzo iniziò ad essere frequentata ed abitata. L’opera dell’uomo in epoca storica ha determinato un progressivo consolidamento degli strati torbosi ed il drastico ridimensionamento degli specchi lacustri, di cui il lago di Fimon è l’ultimo rimasto. Nelle torbiere dei dintorni sono stati trovati resti di animali, anche tropicali, e tracce di attività umane proto-storiche.

Percorso: asfalto, ciclabili e strade basso traffico, tratto finale per agriturismo disconnesso con buche

Difficoltà: medio/impegnativo (un buon allenamento), ottimo per bici assistita. No bici città (sì cambio)

Lunghezza: percorso corto / lungo (si decide direttamente sul posto)

Dislivello totale (ascesa): 500 / 800 m

Distanza di percorrenza: circa 50 / 60 km

Ritrovo: ore 8.45 parcheggio tra via Gerardo Maurisio e via Generale dalla Chiesa (VI) e registrazione partecipanti

Partenza: ore 9.15

Pranzo: ore 13.00 all’agriturismo “Valchegozzo” Tarzan17 euro con menù (bigoli o fettuccine con ragù o pomodoro o noci, affettati o formaggi con polenta, acqua, vino, caffè)

Ritorno: tardo pomeriggio sede FIAB Vicenza Tuttinbici. Liberi tutti, visita centro storico Vicenza o rientro alle macchine 

Accompagnatori: Ezio cell. 348 422 5491, Anna cell. 329 391 8563

Iscrizioni: entro mercoledì 16 giugno presso le rispettive sedi o inviando email a epento@libero.it specificando nome, cognome, FIAB appartenenza e conferma pranzo

Per informazioni: contattare gli accompagnatori

In caso di maltempo l’escursione potrebbe essere annullata – controllare il sito

Raccomandazioni: bici in buono stato generale, gomme gonfie, camera d’aria di riserva. Rispetto del codice stradale. Consigliamo vivamente l’uso del casco.
Si invitano i partecipanti a portare con sé un lucchetto per chiudere le biciclette.
Lungo il percorso troveremo ristori per l’acqua.
Si raccomanda la puntualità, nel rispetto di tutti i partecipanti dell’escursione.

 Scarica PDF dell’escursione

Regole da rispettare per l’emergenza COVID

Per partecipare ad ogni escursione è necessario l’uso della mascherina, il distanziamento, presentare copia debitamente compilata dell’Autocertificazione (SCARICA IL MODULO).

 

È inoltre disponibile in visione l’Informativa per i partecipanti alle escursioni contenente il Protocollo di Autocontrollo COVID19 (LEGGI INFORMATIVA).

 

Questa non è un’iniziativa turistica organizzata né una manifestazione sportiva bensì un’attività sociale, culturale e ambientale rivolta ai soci e svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’associazione.

Gita (1g) Da 40 a 60 km Medio Solo per soci FIAB Giornate nazionali del cicloturismo 19 - 20 giugno